COME INVESTIRE NEL MODO GIUSTO NEL SETTORE IMMOBILIARE

investire immobiliare

Sin dall’inizio della civiltà moderna il possesso di terreni e beni immobili era considerata una fonte di ricchezza. Gli immobili quindi non sono da considerare solo come luogo per vivere e costruire una famiglia, perché sarebbe una limitazione al loro effettivo potenziale.

I numerosi vantaggi che una proprietà può portare al proprietario sono da prendere in considerazione quando si ha intenzione di fare un investimento di così grande portata.

  1. Acquistare un immobile è ancora un investimento? SI!

Investire in immobili è un’ottima idea perché nel medio e lungo termine i rendimenti di questo investimento non avranno nulla da invidiare ai guadagni che si possono fare nel mercato delle azioni e dei bitcoin, ma il rischio è decisamente ridotto e addirittura inferiore rispetto a quello delle obbligazioni a tasso fisso.

Il motivo è molto semplice: un immobile è un oggetto tangibile che non corre il rischio di scomparire nel nulla, ed è per questo che conviene compiere un investimento in ambito immobiliare, perché sono praticamente gli unici in grado di offrire rendimenti potenzialmente elevati senza avere come contrappeso un rischio eccessivo nel tempo.

2.               Consigli utili per investire nel mercato immobiliare

I buoni affari nel mondo immobiliare esistono, solo che molte volte la fretta di voler chiudere le operazioni non ci permette di avere il tempo di scovarle e di conseguenza prenderle in considerazione. Iniziare per gradi in questo ambiente, soprattutto se vi addentrate in modo autonomo è fondamentale per poter chiudere dei veri e propri affari.

Ci sono diversi modi per investire negli immobili e se, per esempio, state cercando un immobile da comprare e poi mettere in affitto dovete ragionare in un’ottica diversa rispetto a quella che usereste in caso compraste una casa per voi.

Bisogna ragionare in modo razionale e riuscire ad identificare i punti di forza dell’immobile in modo tale da fare un investimento studiato e a buon termine, infatti il trucco è innamorarsi dell’affare non della casa. Poi bisogna tenere conto anche del momento della vendita dell’immobile che dopo tanta fatica siete riusciti ad acquistare. Bisogna ricordare molto bene che gli affari nel settore immobiliare si fanno solo quando si compra un immobile e non quando si vende. Questo per dirvi che anche il compratore è importante. Non bisogna avere fretta di vendere o affittare l’immobile il prima possibile, ma invece, è importante saper aspettare il buon compratore. Inoltre non sono gli immobili più costosi a creare i migliori profitti, per esempio è molto meglio avere dieci monolocali in diverse zone della città piuttosto che avere un super attico in centro.

3.               Rischi a cui fare attenzione

Investire negli immobili comporta, come qualsiasi altro tipo di investimento, dei rischi di diverso genere. Ad influire su questi rischio ci sono due fattori chiamati endogeni ed esogeni.

I fattori endogeni sono quelli relativi alla struttura dell’immobile sul quale si ha intenzione di investire, per esempio la tipologia d’immobile, le dimensioni che ha e la fungibilità del bene.

I fattori esogeni, invece, sono quelli legati all’ubicazione del bene perché investire in un immobile in centro a Milano ha delle potenzialità e di conseguenza dei rischi molto diversi rispetto a quelli di un investimento fatto nella zona della periferia della tua città.

 

Se vuoi scoprire di più sugli investimenti che si possono fare nella città di Padova, il consiglio è di visitare questa pagina e di lasciarti ispirare da tutte le opportunità che questa città trasmette!

Post correlati